Android P

Android P: la registrazione delle chiamate sarà nativa

Mentre tantissime app di terze parti hanno già offerto la registrazione delle chiamate su dispositivi Android, Google potrebbe portare la funzionalità di registrazione delle chiamate nativa sui dispositivi mobili a partire dalla prossima versione software Android P. A confermarlo sarebbero alcuni recenti controlli effettuati sul codice Open Source Project (AOSP). Android P, sarà il successore dell’attuale Android 8.0 Oreo la cui uscita è prevista per giugno di quest’anno.

Ovviamente gli operatori avranno la possibilità di disabilitare la funzione, questo perché in molti mercati non è legale registrare le chiamate senza un avviso esplicito. Oltretutto, non è chiaro se Google diffonderà le API per l’integrazione con le app di terze parti.

La possibilità di registrare le chiamate vocali non è qualcosa di nuovo per i dispositivi Android. Aziende come Asus, OnePlus, Samsung e Xiaomi offrono soluzioni proprietarie da molto tempo. Allo stesso modo, ci sono molte app di terze parti per abilitare le registrazioni in tutti quei mercati in cui i produttori non possono attivarle.

I dettagli di Android P dovrebbero essere annunciati durante la conferenza del Google I/ O 2018 tra pochi mesi. Tra le altre novità ci sarà la possibilità di consentire ai gestori di nascondere la potenza del segnale nelle impostazioni “Stato SIM”.

(Visited 111 times, 1 visits today)